fbpx

Linguaggio del corpo comunicazione non verbale

Linguaggio del corpo comunicazione non verbale

Credi che saper parlare basta per avere la situazione in pugno? Pensi che usando le parole giuste comunichi tutto quello che vuoi al tuo interlocutore? Beh, sappi che ti sbagli: spesso è più il tono o l’atteggiamento a veicolare il significato piuttosto che il linguaggio; o meglio piuttosto che il linguaggio verbale. Infatti la comunicazione è un’attività assai complessa che realizziamo abbastanza inconsapevolmente, attivando contemporaneamente diversi canali di veicolazione. Forse tutto questo può sembrare un po’ complesso, scopriamo allora cosa si intende per linguaggio del corpo comunicazione non verbale e come sfruttarla al meglio sul posto di lavoro.

Linguaggio del corpo: i movimenti convincono più delle parole

Volenti o nolenti, non possiamo sottrarci alla comunicazione. Possiamo evitare di conversare, di incrociare lo sguardo e tenerci a debita distanza dagli altri, ma siamo “animali sociali” e questi atteggiamenti sono di per sé dei chiari messaggi.

Non ne siamo molto consapevoli, ma ogni gesto, sguardo e (ovviamente) parola veicolano un significato. Ciò significa che lo scambio di messaggi non avviene solamente attraverso una conversazione nel momento in cui decidiamo di parlare, ma si verifica costantemente e a prescindere dalla nostra illusoria volontà.

Questa forma d’interazione al di fuori della consapevolezza consiste in gesti, postura, sguardi ed espressioni che produciamo in funzione di chi abbiamo davanti. E vale sia se ci troviamo di fronte la persona che ci piace, sia se siamo confusi o irritati; ma anche a seconda della nostra personalità. Anche gli atteggiamenti non provocati dall’interlocutore entrano comunque in ballo nella comunicazione e suscitare la sua reazione. Ad esempio: se per un impulso di rabbia colpiamo il tavolo con un pungo, chi ci sta vicino potrebbe allarmarsi sebbene non sia il destinatario del diretto del gesto.

Descritto questo quadro di inevitabilità, non dobbiamo però pensare che siamo ingabbiati in un universo comunicativo che sfugge al nostro controllo. Anzi: proprio conoscere in che maniera vengono trasmessi i messaggi a chi ci sta intorno è un’arma per poter rendere ancora più efficace la nostra comunicazione; soprattutto in ambito lavorativo.

Il linguaggio del corpo è ormai ampiamente oggetto di studio, così come la comunicazione non verbale. Infatti esiste una differenza tra i due: il linguaggio del corpo esprime i movimenti fisici di braccia, mani, tronco, tono di voce, velocità del passo ecc.; la comunicazione non verbale indica d’altro lato tutto ciò che non è espresso in parole, ma è ugualmente portatore di un significato.

Linguaggio del corpo per una comunicazione di successo

Nel tuo lavoro ti capita spesso di dover parlare di fronte ad un uditorio? Ti trovi spesso a contatto con il pubblico e devi convincere le persone della tua idea? Allora conoscere i segreti della comunicazione non verbale non potrà che aiutarti ad essere ancora più efficace. Sappi che il messaggio più potente è proprio quello non trasmesso con le parole. L’entusiasmo, la fiducia, l’affidabilità e il convincimento sono infatti veicolati dal tono della voce, dalla postura e dal movimento dello sguardo e sono proprio questi a colpire al cuore l’uditorio, sebbene inconsapevolmente. Dal momento che agisce a livello inconscio, è davvero sbagliato non tenerne conto.

Nel linguaggio del corpo lo sguardo, l’intonazione e i movimenti più adatti variano a seconda della situazione in cui ci si trova ad agire. Quanto tempo tenere il contatto visivo? Quale postura assumere? A quale distanza stare dall’interlocutore? Dove mettere le braccia? Quando è il caso di mettere la mano sulla spalla di chi ci sta ascoltando? Queste e molte altre sono domande più che lecite per comprendere i segreti di una comunicazione efficace. D’altronde il linguaggio del corpo dovrebbe essere una skill che, non solamente i dirigenti aziendali, ma tutti i lavoratori a contatto con il pubblico dovrebbero introiettare. In realtà sarebbe il caso di considerare questa competenza nell’ottica di una formazione aziendale, a fianco delle attività di team building. Infatti saper comunicare anche con i propri colleghi è un presupposto fondamentale per un’atmosfera serena sul posto di lavoro (e quindi più produttiva).

Se vuoi scoprire di più sul linguaggio del corpo e comunicazione non verbale, allora non esitare a contattarci. SunnyWay Team Building si occupa anche di formazione aziendale dinamica e interattiva, articolata in diversi moduli. Se invece vuoi sapere meglio in cosa consistano le attività di team building, rivolgiti sempre a noi!