fbpx

Costruire insieme un mondo migliore.

recycle-icon

L’arte del riciclo. Il riciclaggio artistico, o creativo non è pura e semplice arte d’accatto, ma un vero e proprio stile di vita che ha come scopo quello di ridurre l’impronta ambientale di chi lo abbraccia; un simpatico intrattenimento per i bambini che da un lato imparano ad acquisire una coscienza ecologia e dall’altro allenano il cervello, divertendosi.

Dietro una bottiglia di plastica o di vetro esiste un mondo fantastico che noi nemmeno immaginiamo. Vi siete mai seduti su una poltrona di cartone? Avete mai usato un copertone come portariviste? Avete mai ricavato uno strumento musicale da una cassetta della frutta? Il riciclaggio creativo non è tanto un’intuizione geniale fine a se stessa, quanto la consapevolezza che la riduzione degli sprechi passa anche attraverso l’arte.

recycle

Ma l’arte, capiamoci bene, non è solo quella delle mostre; è anche quell’atto quotidiano arguto ed intuitivo in grado di intravedere, oltre l’immediatezza delle cose, una nuova utilità negli oggetti che non sembrano averne più una. Ancora di più, l’arte diventa uno strumento di comunicazione potente attraverso il quale lanciare messaggi forti, distribuire consapevolezza, educare a un consumo critico, consapevole, ad una coscienza ecologica robusta.

recycle-2

Una bottiglia di plastica per distruggersi ci mette 450 anni in mare, da 100 a 1000 anni sulla terra; un giornale 6 settimane in acqua, da 4 a 12 mesi sulla terra; un contenitore di polistirolo, invece, ci impiega 50 anni. Se si fosse invece in grado di pensare nuove funzioni per i nostri rifiuti, ce ne sarebbero in giro molti di meno; quell’abominio che si aggira intorno ai 100 miliardi di Kg di plastica, il 10% dei quali finisce in mare ed il 70% si deposita sui fondali oceanici, potrebbe ridursi evitando conseguenze drammatiche alla fauna marina ed al suo habitat. Il riciclaggio creativo, forse, non sarà la risposta, ma una risposta, tra le tante valide, possibile.

Recycle vuole essere un’esperienza, un evento, da fare insieme per creare oggetti utili, opere d’arte, strumenti musicali e performance artistiche, ma anche un momento di consapevolezza sul mondo che verrà. Stimolante esempio di social team building.

Ecologia & Sociale.


Come aiutarvi alla costruzione di un gruppo motivato e ben funzionante, evitando un’attività ludica fine a se stessa?

Offrendovi la possibilità di vivere la giornata giornata tipica in fattoria, di piantare alberi per un mondo ad impatto zero, di tracciare nuovi sentieri o costruire piccoli impianti ad energia alternativa nelle oasi naturalistiche. Oppure costruire biciclette o giocattoli e regalarli ai centri di assistenza per minori. Anche solo passare un pomeriggio insieme a questi ragazzi nel loro ambiente, vivendo l’esperienza con loro.

Tantissime sono le richieste di aiuto da parte delle organizzazioni dedicate ai bambini. Non serve andare sulla luna o buttarsi dai grattacieli per far squadra (team building), certe volte il gruppo cresce, vivendo una di queste esperienze.