fbpx
Charity Team Building: costruisci un sogno.

Charity Team Building: costruisci un sogno.

Investire tempo per trovare il giusto tipo di attività per motivare i partecipanti a impegnarsi è un passo importante nella pianificazione del successo. Una tendenza attuale che sta coinvolgendo con successo un’ampia fascia di dipendenti è il  team building basato sulla beneficenza. In questo contesto, il gruppo affronta un’attività di team building che risponde contemporaneamente ad un bisogno della comunità. Sei pronto ad affrontare con noi un evento di charity team building divertente, conveniente e coinvolgente? Qui ci sono i tre fattori principali da considerare quando si pianifica un evento di charity team building. Perché funziona?  Le attività di team bonding (lavoro di squadra) che si concentrano sulla promozione dello spirito di squadra e al tempo stesso servono un bisogno nella comunità locale (ad esempio, attività di team building di beneficenza), si traducono in un impegno autentico da parte dei partecipanti. Nelle aziende di tutto il mondo c’è l’idea preconcetta che tutto ciò che un dipendente fa o non fa si riduca al denaro. Il denaro è ovviamente un fattore importante poiché non ci sono molti dipendenti che chiedono di essere pagati in amore o gratitudine come alternativa; tuttavia, il denaro non serve più come linea di fondo per ciò che motiva le persone nel mondo del lavoro. Dare ai dipendenti una causa da servire offre l’opportunità di soddisfare un desiderio più personale che le persone hanno e allo stesso tempo li investe in ciò che si sta cercando di ottenere. La chiave del successo di un’attività di team building di beneficenza è costruire su questo investimento e trovare una causa che attirerà le corde del cuore delle persone coinvolte, stimolando infine la partecipazione. Ovunque ci sono persone, animali e cause in difficoltà; scegliete un’area da affrontare e poi cercate idee di attività che possano rispondere a tale necessità. Quali sono le nostre proposte?  La fabbrica di Babbo Natale: Come i bambini apprendono tramite il gioco, proprio con esso gli adulti possono formare il proprio team. Questa attività si basa sulla creazione di giocattoli che, se raggiungo uno standard sufficientemente alto, possono essere donati.Le squadre, insieme, sono invitate ad assemblare i giochi secondo criteri ben specifici e a personalizzarli per donare ai bambini delle ONLUS qualcosa di unico. Insieme ai giocattoli ogni team prepara anche una lettera personalizzata per il bambino che riceverà il dono.   Bikes for Children: Un regalo da costruire. Tutti noi vogliamo fare la differenza in questo mondo. Ecco un’attività di team building che offre una rara occasione per fare la differenza, con risultati tangibili nel processo d’organizzazione di un team, ma anche nella consapevolezza di fare qualcosa di “utile”. Armati d’attrezzi e d’entusiasmo le squadre si sfidano realizzando un team working per costruire “a regola d’arte” biciclette per bambini.   RiciclArt Charity Edition: è un’attività creativa ed unica, che unisce gli eventi aziendali al  problem solving creativo, alla sostenibilità e al benessere. Usando materiali vecchi, scartati o riciclati (carta, plastica, legno, ecc.), incorporiamo ad un approccio ecologico, una nuova idea riutilizzabile e un modo innovativo per l’unione e il lavoro di squadra fuori dal solito lavoro di routine.   Backpack: E’ un gioco che attraverso un tour nella città, proponendo sfide ed enigmi, conduce alla meta in cui saranno consegnati ai partecipanti degli zainetti con la cancelleria da consegnare ai bambini che saranno pronti per...
Your Company’s got talent!

Your Company’s got talent!

Your Company’s got talent è un format in cui l’espressione del talento artistico di ognuno dà forza al risultato del lavoro di tutta la squadra. Il talent dei singoli si somma per diventare un unico grande talento che porta la propria squadra alla vittoria. Un finale corale dove tutti i partecipanti riuniti in un’unica grande squadra creano un happening di grande emozione. I cantanti preparano una canzone come un coro professionista, con assolo delle voci soliste, il coro di accompagnamento, le voci percussive. Le canzoni, gli sketch, i balletti da interpretare sono frutto delle indicazioni venute dal blog. I ballerini provano una coreografia: lo stile di danza dei balletti (modern, urban, black, musical) è anch’esso deciso prima dell’evento dai blogger e dal coreografo professionista della sezione danza. Gli attori lavorano sull’improvvisazione teatrale con gli artisti di “Imprò”. I musicisti e i percussionisti eseguono un brano originale. LO SHOW Lo show vede l’esibizione delle diverse squadre divise per categoria. Oltre alla giuria di qualità (di cui i partecipanti non sono i protagonisti delle esibizioni) chi non sarà sul palco sarà pubblico e potrà giudicare grazie all’applausometro, questo per dare maggiore senso d’interattività e spettacolarità allo show. Anche il pubblico è quindi protagonista. Il presentatore che introduce ha anche il compito di dare i tempi alle diverse esibizioni e creare con la platea una vera e propria arena. In questo modo lo spettacolo diventa un’esplosione di energia, emozioni, euforia. Una performance che coinvolge sia il pubblico, sia i partecipanti che si mettono in gioco e si espongono in una veste completamente nuova per gli altri. L’HAPPENING FINALE E per finire vi...
Pizza contest, scoprilo con noi!

Pizza contest, scoprilo con noi!

Vi presentiamo il Pizza contest, un nuovo format il cui obiettivo è quello di creare un’attività di team building  in cui più squadre si sfidano per preparare la pizza migliore. La pizza è, infatti, il prodotto ITALIANO per antonomasia, ma allo stesso tempo GLOBALE per diffusione e notorietà. Ecco le fasi: Divisione in gruppi e scelta di un nick name: l’obiettivo è quello favorire l’appartenenza al proprio team e iniziare ad innescare meccanismi di competizione. Segue la presentazione del team cooking; Prima competizione in cui i gruppi si sfidano con l’helyum stick: una small tecnique in cui il gruppo vincitore avrà accesso a risorse importanti; Inizio dell’attività: training su preparazione della pizza che andrà a competere con le altre. Il gruppo, inoltre, produce una strategia di presentazione della pizza stessa. (ad es. pizza alle cipolle trasformata in “pizza stammi lontano”) e personalizza la confezione con disegni originali; Premiazione del miglior lavoro di gruppo secondi i seguenti criteri: miglior pizza, pizza più creativa, time management, pulizia e ordine del luogo di lavoro e migliore strategia di marketing. Contattaci per saperne di più e coinvolgere il tuo team!  ...
Di che pasta sei fatto? Scoprilo con il team building!

Di che pasta sei fatto? Scoprilo con il team building!

Questa volta abbiamo realizzato il team building a tema pasta nella città principe della pasta fatta in casa: Bologna. Il gruppo è stato diviso in due, le squadre del primo gruppo hanno fatto la pasta fresca a mano con il mattarello, poi ne hanno tagliato una parte per le lasagne e con l’altra per i tortelloni di ricotta e parmigiano reggiano. I team del secondo gruppo hanno cucinato il ragù alla bolognese e la salsa béchamel nelle cucine. I gruppi hanno preparato al meglio i piatti e hanno progettato la mis en place creativa. Al termine tutti i partecipanti si sono seduti al tavolo imperiale e hanno gustato insieme quello che hanno cucinato. Questo format aiuta a costruire una relazione dinamica e costruttiva tra settori che abitualmente “devono” lavorare insieme, fa lavorare un gruppo disomogeneo coinvolgendolo in un’attività produttiva e soprattutto non stressante, fa capire i diversi modi di lavorare e del giusto approccio al compito dato, favorisce il brainstorming e aiuta a creare piani d’azione, fa scoprire il giusto equilibrio tra la ricetta (le regole) e la preparazione del piatto (management skills), tra i ruoli e la collaborazione....
Motore…Azione a Cinecittà!

Motore…Azione a Cinecittà!

Il set dell’Antica Roma a Cinecittà è stato l’ambientazione più affascinante per il team building Motore…Azione! Il Gruppo Univers ha organizzato una giornata indimenticabile per un gruppo di 120 persone e noi abbiamo collaborato per la parte dell’attività. I team hanno lavorato al raggiungimento degli obiettivi evidenziati nell’introduzione. Si è sviluppata la comunicazione finalizzata a un compito concreto. La decisione, la cooperazione, la creatività sono stati indispensabili per promuovere la responsabilizzazione del singolo e del team rispetto al task prioritario del gruppo. Il gruppo è stato diviso in troupe, ognuno aveva un ruolo definito, così come in una troupe cinematografica dove i partecipanti sono diventati per un giorno attori, sceneggiatori, registi, costumisti… insieme hanno formato cast e crew del set. Un fantastico evento, dove il lavoro di squadra è diventato un’attività dinamica, supportata dall’esperienza di operatori e montatori professionisti, tra telecamere, costumi, attrezzi di scena e trucchi.   Le riprese col drone hanno dato ancora più emozione e coinvolgimento al saluto finale del gruppo....