fbpx
Coesione di gruppo attraverso attività di Team Building

Coesione di gruppo attraverso attività di Team Building

Costruzione come mezzo di coesione di gruppo Uno dei fattori più importanti per il benessere sul lavoro è l’atmosfera che si crea tra colleghi, fondamentale per molti dipendenti che affermano che un clima cattivo sul lavoro porta a vivere male l’ambiente e a produrre meno. Molti, infatti, sono i lavoratori che vorrebbero che la propria azienda fosse più interessata alla questione dell’atmosfera lavorativa, che troppo spesso non attribuisce sufficiente importanza alla qualità dell’ambiente di lavoro. Eppure, dal canto loro, le aziende, oggi, possono avvalersi di metodologie per ottenere una migliore coesione di gruppo e una maggiore collaborazione fra i propri dipendenti. Nell’ambito delle risorse umane, il Team Building è quell’insieme di attività formative originale, divertente, creativo e fantasioso che mira alla formazione di una squadra di lavoro e allo sviluppo delle competenze distintive e al senso di identità di ogni componente all’interno di un’azienda. Vere e proprie sfide, le attività di team building possono integrare molti temi evidenziando il design, la logistica e l’analisi per dare fiducia e avanzare insieme in un progetto. Organizzare una giornata di Team Building o eventi tra colleghi Un Team Building è un’attività che consente di concentrarsi sulle competenze di ciascun dipendente, enfatizzando al contempo la loro complementarietà per coordinare l’intero processo di costruzione. Questo tipo di attività promuove le capacità creative, artistiche e tecniche dei team e dà un forte senso di appartenenza ai membri del proprio gruppo. In effetti, per riuscire in questo tipo di missione, è necessario rafforzare rapidamente i rapporti tra i membri di una squadra. Le attività sono sempre progettate in uno spirito buono e socievole per far trascorrere del tempo...
Produttività aziendale: come migliorare le squadre di lavoro

Produttività aziendale: come migliorare le squadre di lavoro

Motivare il personale per una migliore efficienza produttiva In un contesto economico difficile, è particolarmente importante, per le aziende, avere dipendenti motivati e team affiatati. Ciò si ottiene stabilendo un clima di fiducia e mediante l’applicazione di metodi di gestione appropriati. Ma questo non è mai abbastanza per l’implementazione della produttività aziendale e i dirigenti devono trovare dei modi alternativi per migliorare le relazioni tra i compagni di squadra. Ovviamente, i dipendenti ben retribuiti hanno maggiori probabilità di impegnarsi maggiormente per raggiungere i loro obiettivi, tuttavia, possiamo ottenere ottimi risultati anche attraverso altri approcci. In effetti, una nuova ricerca ha dimostrato che la produttività dei dipendenti aumenta con fattori più semplici. SmallBusinessAct, esperto in gestione aziendale e contabilità online, offre la possibilità di rivederli per motivare la tua squadra di lavoro. Dipendenti felici I ricercatori dell’Università di Warwick hanno scoperto che il tasso di produttività degli impiegati felici è circa il 12% più alto degli altri. Google ha testato questo approccio raddoppiando la soddisfazione dei suoi dipendenti e ha investito molto nel supportarlo. Questi sforzi sono stati premiati da un aumento della soddisfazione dei dipendenti del 37%, che ha portato ad un significativo miglioramento delle prestazioni. I benefici dei dipendenti felici sono ampiamente dimostrati. I dipendenti felici sono: più efficienti; più cooperativi; portano più produttività alle loro imprese. Uno dei fattori chiave di questi risultati è la comunicazione. Negli affari, la comunicazione tra un datore di lavoro e i suoi dipendenti non deve essere trascurata. Il leader di una piccola impresa deve sempre ascoltare, imparare e anticipare il suo personale. Deve mettersi il più spesso possibile al posto dei suoi...
Degustazione e creazione del vino

Degustazione e creazione del vino

Diventa un vero enologo e crea il tuo vino Tra un riunione impegnativa e una cena meritata o perché no dopo un pranzo leggero, un’attività di Team Building sarà l’ideale per rompere il ghiaccio e conoscere gli altri partecipanti ad un incontro aziendale. Tra le varie attività disponibili la degustazione e la creazione del vino, un divertente evento di squadra che può essere una buona introduzione a una cena celebrativa o il finale ideale dopo un’uscita, un seminario o una conferenza. Come funziona la degustazione del vino Questa attività inizia con una leggera introduzione all’arte della degustazione del vino, in altre parole, annusare, espellere o ingoiare, per poi passare alla vera e propria creazione del vino, in squadre di 3, 4 o 5 partecipanti. Il formato della degustazione è molto semplice: ogni squadra ha un tempo limitato per assaggiare i vini e rispondere alle domande. Ci sono quattro tour: vini rossi, vini bianchi, un quiz su vini più generici e associazioni di prezzi. Vengono selezionati vini di buona qualità che rappresentano le principali varietà di uva e prodotti nelle regioni di tutto il mondo. Tutti i vini che vengono assaggiati sono facilmente disponibili presso tutti i buoni commercianti di vino, quindi se durante la tua degustazione trovi il vino che più ti piace, puoi sempre comprarne una cassette o due! Laboratorio di creazione del vino Questo laboratorio di creazione del vino ti farà sentire un vero enologo. Per questo dovrai partecipare a diverse sfide che implicano la gestione di un dominio! Un esperto vi accompagnerà lungo tutto il Team Building per la degustazione di vini. Inoltre verranno fornite tutte le attrezzature necessarie...
Pausa pranzo in ufficio: salutare e in compagnia

Pausa pranzo in ufficio: salutare e in compagnia

Una vera pausa pranzo per il benessere aziendale Tutti noi siamo convinti che il benessere aziendale sia uno degli elementi principali che consente ad un’azienda di essere più creativa e soprattutto più produttiva rispetto ai suoi concorrenti. Infatti, un dipendente felice al lavoro avrà solo effetti benefici per l’intera organizzazione: aumento del fatturato, miglioramento dell’efficienza, fluidità dei processi, migliore esecuzione e, naturalmente, aumento del numero di nuove idee e progetti. La pausa pranzo in ufficio rappresenta uno dei momenti che merita attenzione particolare. Mai sottovalutare i pasti La pausa pranzo è un momento speciale per mangiare e rilassarsi sia al lavoro che al di fuori dell’azienda. È un momento di fuga e benessere per una migliore qualità della vita sul lavoro. Questa pausa, obbligatoria nella tua giornata di lavoro, aiuta a gestire e ridurre lo stress per promuovere la concentrazione e l’efficienza del pomeriggio. A livello fisico, un buon pranzo è un modo per donarsi le sostanze nutritive (quindi l’energia) necessarie per funzionare correttamente. Ma è anche essenziale dal punto di vista psicologico: fare una vera e propria rottura in una giornata di lavoro è un modo per far riposare il cervello e il corpo e prepararsi ad essere di nuovo produttivi dopo mangiato. E in termini di coesione di una squadra di lavoro, la pausa pranzo è anche il momento perfetto per affrontare e discutere argomenti che non hanno nulla a che fare con il lavoro svolto. Oggi, purtroppo, la pausa pranzo è abbandonata da molti dipendenti: il tempo medio di pausa pranzo è passato da quasi 1 ora e 30 del 1990 ad appena 20 minuti. Troppi dipendenti preferiscono...
Benessere sul lavoro: per lavorare tutti e meglio

Benessere sul lavoro: per lavorare tutti e meglio

Guida per migliorare il benessere sul lavoro Cerchi consigli e nuove idee per migliorare il benessere sul lavoro e aumentare la felicità generale dei tuoi dipendenti? Sei nel posto giusto! Il benessere aziendale interessa tanto i candidati lavoratori quanto i dirigenti, i sindacati e i comitati aziendali. Giustamente considerato come un asse strategico, è la nuova leva della performance sociale ed economica. Da dove nasce questa nuova esigenza? Sempre più negli anni va crescendo questa consapevolezza, questa mentalità che pone fine a decenni di schemi di pensiero rigidi e controproducenti in ambito lavorativo. Probabilmente l’esplosione di casi di burn-out, stanchezza cronica, assenteismo, turnover e altri disturbi, hanno dato il via all’esigenza di una visione diversa del lavoro. I dipendenti non vogliono più certe condizioni e chi può abbandona la vecchia azienda in cerca di un posto che appaghi di più le sue aspettative. Le aziende, di contro, pagano disagi economici notevoli per dipendente all’anno, con una perdita di competitività nazionale di miliardi di Euro. Fortunatamente, qualunque sia la ragione, sembra che sia in corso un movimento per frenare questo spreco di talento e competitività. Ma cosa si intende per benessere nell’ambiente di lavoro? Per lavorare al meglio occorrono, sicuramente, nuove leve strategiche, fattori di competitività, strumenti di gestione delle risorse umane, ma cosa si intende, effettivamente, per benessere nell’ambiente di lavoro? Iniziamo con la sua definizione letterale. Per semplificare possiamo indicare il benessere come “uno stato piacevole derivante dalla soddisfazione dei bisogni del corpo e dalla calma della mente”. Ma non limitiamoci solo ad una mera questione di salute, ergonomia e condizioni materiali! In ufficio, il benessere dipende da molte dimensioni, come la gestione,...