Improshow

Una sfida teatrale con ingredienti precisi: spettacolarità, una cornice frizzante, e massima interazione tra gli attori e con il pubblico. Ogni volta 2 squadre (compagnie) di improvvisatori cercano di aggiudicarsi il punteggio maggiore e quindi la vittoria, improvvisando su temi, generi teatrali e “games” suggeriti dal pubblico. Un giudice di gara (notaio) aggiungerà delle limitazioni e/o difficoltà.

La scenografia è ridotta all’essenziale: sul palco sono presenti alcuni cubi che gli attori possono utilizzare per dar vita ad oggetti, ambienti ed elementi scenici. Nello spettacolo sono inoltre presenti altri due personaggi: un presentatore che sostiene il ritmo dello spettacolo e un musicista che accompagna le scene improvvisando insieme agli attori. La lunghezza di ogni improvvisazione può essere determinata dal giudice prima dell’inizio oppure durante l’improvvisazione stessa.

Alla fine di ogni improvvisazione il pubblico assegnerà i punti ad ogni squadra, con appositi cartoncini. Nessuna squadra potrà cantare vittoria fino all’ultima improvvisazione perché il giudice di gara potrà infliggere delle penalità da 1 o 2 punti per condotta di gara scorretta e se la penalità è personale, l’improvvisatore sarà interdetto dalla scena per tutta la durata dell’improvvisazione successiva.

Una performance interattiva originale, un’esperienza molto divertente, un team building basato solo ed esclusivamente sulla capacità di improvvisare su temi e situazioni comiche proposte direttamente dai partecipanti e dal pubblico.

Comunicazione, inventiva, senso dell’umorismo sono le uniche doti richieste per salire sul palco e sfidare i concorrenti, con le sole armi del gioco e dell’ironia.