Benessere e consapevolezza in azienda: quando respiro, grounding e mindfulness si incontrano

La Dott.ssa Milena Rossopsicologa e psicoterapeuta con un'esperienza ventennale nel campo della promozione della salute e del benessere psicologico sia in ambito clinico che educativo, ci racconta come respiro, grounding e mindfulness siano un potente strumento per ridurre lo stress e potenziare le risorse del singolo e dell'azienda. 

 

Cosa sta cambiando

Da alcuni anni le realtà aziendali più all’avanguardia hanno incominciato a implementare interventi volti allo sviluppo del ‘benessere’ aziendale da Google ad Apple a Procter & Gamble che hanno avviato numerosi programmi di meditazione, Yoga, rilassamento e respirazione consapevole per ridurre lo stress e aumentare la motivazione, l’efficienza e l’efficacia dei dipendenti.

Il benessere nel contesto professionale è, pertanto, un plus valore e sta diventando un fattore essenziale in relazione alla motivazione e alla produttività del personale qualunque sia il livello nonché in caso di leadership tale da renderla in grado di ascoltare sia attivamente che in modo equilibrato facilitando la capacità di lavorare in team. Un mindset capace di affrontare i cambiamenti con un orientamento al futuro positivo e propositivo in cui si tratta non solo di fare ma anche di stare, in cui il focus non può essere solo sul cosa ma anche sul come raggiungo un obiettivo, sul come mi interconnetto con  il mio team e con il cliente.

Le nuove sfide

In un mondo come quello attuale le aziende devono affrontare nuove sfide sia a livello gestionale che globale.

Da un lato cambiamenti epocali – dalla Digital connection all’Intelligenza artificiale in cui le aziende si trovano fagocitate dal business e dai risultati – dall’altro sfide globali quali la pandemia Covid-19 che ha aumentato il senso di vulnerabilità e precarietà minando il senso di sicurezza e di auto-efficacia delle persone.

Diventa urgente e fondamentale che nelle aziende si abbia cura di una competenza chiave: favorire lo sviluppo e il potenziamento dell’intelligenza emotiva, della concentrazione, della capacità di gestione dello stress così da incrementare performance nei dipendenti e collaboratori e potenziare le risorse personali, l’ascolto, il team work e il senso di stabilità e sicurezza con una ricaduta sul miglioramento delle condizioni sia personali che lavorative dei singoli e di gruppo.

Perché ora

A questo riguardo ormai da diversi anni, numerose ricerche sia in ambito scientifico che sportivo evidenziano come una maggiore capacità di aumentare il sistema motivazionale dell’appagamento, senso di sicurezza e connessione  sia correlata ad un maggiore senso di benessere, calma e centratura. Quale la ricaduta a livello lavorativo? Aumento della creatività, della capacità di esplorare nuove direzioni uscendo dagli schemi abituali, della capacità di concentrazione sugli obiettivi. E non solo: riducendo la produzione del cortisolo, l’ormone dello stress “cattivo”, e aumentando ossitocina e dopamina potenziamo il sistema immunitario, sempre importante ma mai come ora.

Cosa puoi raggiungere e come

Alla luce di questo bisogno, la nostra offerta formativa mira a stimolare una trasformazione personale positiva attraverso strumenti mirati che facilitano la presenza mentale e la riduzione dell’iperarousal (attivazione e agitazione). Attraverso tecniche di respirazione calmante, di grounding (esercizi corporei di stabilizzazione), di consapevolezza non giudicante nel qui ed ora (mindfulness)  i partecipanti ai moduli formativi svilupperanno una maggiore concentrazione nel qui ed ora e potenzieranno atteggiamenti quali curiosità creativa, attitudine all’ascolto nell’attività lavorativa quotidiana migliorando il lavoro individuale e del team.

Aumentare la propria capacità di stabilizzazione e di porre attenzione intenzionalmente nel momento presente non significa solo calmarsi o rilassarsi,  ma essere più presenti e consapevoli di ciò che sta accadendo ORA dentro e intorno a sé in modo non giudicante e non automatico.  Spesso, infatti, inseriamo il pilota automatico e la nostra mente si focalizza sul passato rimuginando o sul futuro preoccupandoci per quello che non è ancora avvenuto influenzandoci così negativamente e aumentando il distress (stress negativo).  Così si tende a rimanere ingabbiati in schemi automatici e ripetitivi o in modalità critiche che diventano di ostacolo nel rapporto con se stessi e con gli altri anche in ambito lavorativo.

Aumentare la presenza mentale, diventare consapevoli dei propri pensieri, sensazioni ed emozioni, momento per momento, portare l’attenzione dove si desidera, migliorare l’integrazione mente-corpo aumenta la capacità di concentrarsi e di vedere la realtà personale e lavorativa con lenti nuove consentendo una maggiore libertà di scelta. Non dobbiamo per forza ripercorrere i vecchi solchi mentali che possono portarci a vecchie sensazioni o conclusioni su di noi influenzando i nostri stati d’animo e di conseguenza i comportamenti anche in ambito aziendale e lavorativo, ma possiamo diminuire ansia, aumentare il senso generale di benessere, regolare lo stress, acquisire un atteggiamento creativo di ristrutturazione delle situazioni lavorative e personali.

L’utilizzo di un protocollo integrato di respirazione consapevole, grounding e tecniche di mindfulness consente di allenare la mente e di aumentare il sistema verde cioè la safeness (la sensazione di sicurezza) migliorando la nostra capacità di essere attivi, orientati, lucidi e con maggiore energia, migliora la capacità di essere attenti in modo focalizzato, aumenta la capacità di calmarsi quando se ne avverte il bisogno, aumenta la consapevolezza di sé e dei propri bisogni, aumenta nel tempo la capacità di ascoltare attentamente l’altro e di comunicare in modo chiaro senza giudicare l’altro, di rispondere in modo ponderato alle situazioni problematiche invece di reagire con una mente più libera e attiva per prendere decisioni riducendo il rimuginio mentale.

In sintesi, Imparare a calmarsi e a mantenere un’attenzione intenzionale aperta e accogliente verso di sé aumenta la capacità di sintonizzarsi con l’altro e di accogliere il punto di vista dell’altro senza giudizio potenziando il lavoro di squadra e consentendo di avere una mente più libera nel prendere decisioni e gestire difficoltà  operando scelte anziché reagire in modo automatico.

Obiettivi specifici

  • Fornire una cornice teorica sul circuito dello stress e delle ricadute sul sistema immunitario
  • Acquisire tecniche di respirazione consapevole e di grounding per aumentare il sistema calmante e ridurre lo stress riconnettendosi con il corpo
  • Diventare consapevoli della wondering mind riorientando l’attenzione
  • Acquisire brevi pratiche di mindfulness  e di imagering utilizzabili nella propria quotidianità lavorativa e personale

Metodologia

Attraverso una metodologia attiva di tipo esperienziale si favorirà un’esperienza diretta di pratiche di consapevolezza, di stabilizzazione corporea e di respirazione calmante. Anche gli aspetti teorici verranno presentati con modalità interattive attraverso video e/o attraverso esercitazioni individuali e in piccoli gruppi.

Programma

Sono previsti 2 moduli della durata di circa 3 ore ognuno di cui uno introduttivo e uno avanzato.

Ad ogni modulo potranno partecipare un numero massimo di 15 partecipanti.

E’ possibile la partecipazione al solo modulo introduttivo.

La partecipazione al modulo avanzato ha come prerequisito l’aver partecipato al modulo introduttivo.

Data la fase attuale la formazione relativa al modulo introduttivo sarà fruibile anche in webinar (piattaforma zoom)

 

Dott.ssa Milena Rosso