Cos'è la Responsabilità Sociale dell'impresa?

 

La Responsabilità Sociale d’impresa (CSR) è stata spiegata dall’Unione Europea, nel 2011, come “integrazione su base volontaria, da parte delle corporate, delle preoccupazioni sociali e ambientali nelle loro operazioni commerciali e nei loro rapporti con le parti interessate”.

A partire da questa definizione, è corretto sostenere che la Responsabilità Sociale aziendale venga determinata e derivata dall’impatto che le imprese hanno sulla società ed, in particolare, da quei comportamenti socialmente responsabili da esse attuati.

Questi provvedimenti, per essere compresi e riconosciuti, devono rispondere ad alcune fra le molte preoccupazioni ambientali, sociali, etiche ed ecologiche che caratterizzano il nostro collettivo e devono essere legati ad una progettualità a lungo termine.

 

Ad oggi, la CSR e la filantropia sono due elementi che devono integrarsi e andare di pari passo all’interno delle aziende, permeando in tutte le attività organizzative.

Soprattutto attualmente, infatti, la CSR è considerata un importante fattore di competitività fra le organizzazioni e, per questo, un fondamentale obiettivo etico e strategico aziendale.

 

Questa convinzione giustifica, inoltre, il crescente flusso di investimenti, originato soprattutto dalle corporate più grandi, diretti a progetti che correlano con il raggiungimento di elevati risultati di responsabilità sociale agli obiettivi aziendali.

 

Nonostante quanto appena detto, non tutte le imprese comprendono il ruolo della CSR e il grande apporto che essa sia in grado di fornire. Un contributo che favorisce, in particolare, la cultura aziendale, la Brand Reputation, le relazioni con stakeholder (più solide e proficue) e, in ultima analisi, le vendite. Ad esempio, l’80% degli adolescenti ritiene i valori dell’impresa tra i fattori più importanti per decidere su un acquisto

 

Come sensibilizzare i collaboratori ed il team     

Per far si che la propria azienda trasmetta all’esterno l’urgenza e la priorità che attribuisce alla Responsabilità Sociale è fondamentale che i suoi dipendenti non si sentano slegati dalle iniziative attuate in questa direzione.

Perciò, è necessario che i collaboratori comprendano l’esigenza della costruzione di una positiva CSR e che contribuiscano attivamente alla valorizzazione di quest’ultima.

 

Inoltre, l’engagement generato dalla partecipazione collettiva alla costruzione di un’immagine aziendale centrata sulla sostenibilità e ad altri valori etici comporterà un grande beneficio a livello di cultura aziendale e renderà coerente e integrata la corporate al suo interno.

Ma cosa occorre fare perché si generi questa spirale virtuosa e affinché l’impianto valoriale aziendale sia solido e condiviso?

Sarebbe, innanzitutto, utile che il maggior numero possibile di dipendenti sia reso partecipe nel processo di identificazione dell’obiettivo orientato alla CSR che ci si prefigge di raggiungere e delle tattiche da attuare in tal senso.

Successivamente, sempre all’interno di un unico collettivo, è necessario individuare gli eventuali impedimenti o quei limiti che non consentono il raggiungimento degli scopi etici dell’impresa.

In questo modo, infatti, sarà possibile strutturare una serie di azioni da compiere per risolverli e stabilire a quali strumenti fare ricorso.

 

Nelle organizzazioni più grandi, come le multinazionali, è possibile assegnare la strutturazione di questo intervento ad un apposito reparto o gruppo interno, preferibilmente costituito da membri di dipartimenti differenti.

Tale designazione è fondamentale, perché i progetti di responsabilità sociale non si concludono con la sola selezione e attivazione della strategia, ma richiedono una gestione della stessa, attraverso monitoraggio, riesamina e revisione.

Inoltre, nel corso del tempo l’impresa può attivarsi in vari modi per rilanciare l’impegno e la partecipazione dei propri collaboratori alla costruzione della CSR.

Esistono diverse modalità con cui un'azienda può coinvolgere i propri dipendenti nel sostegno della causa attivata collettivamente. Di seguito proviamo ad elencarne alcune:

- Esperienze di Team Building a tema sociale

- Attività di volontariato

- Raccolta fondi interna all’azienda

- Donazione da parte di un dipendente ad un ente no profit di una o più delle proprie ore del proprio lavoro (Payroll giving) 

 

Le tecniche di team building orientate ad accrescere la responsabilità sociale dell'impresa

 

Le imprese sono sempre più propense a scegliere per la propria squadra tecniche di Team Building Eco & Social.

Questo avviene perché, come anticipato, queste esperienze sono in grado di generare nei propri collaboratori engagement e favorire la loro condivisione degli obiettivi organizzativi inerenti la responsabilità sociale.

 

SunnyWay ha percepito questa crescente esigenza e per questo ha elaborato e progettato tanti differenti format di Charity team building, in grado di soddisfare i più disparati interessi etici e ambientali.

Vediamone adesso alcuni.

 

Riciclart

Riciclart è un tipo di team building incentrato su tematiche quali riciclo, consumo sostenibile e supporto verso chi si trova in una situazione meno fortunata.

 

Per la precisione, questo format prevede l’utilizzo di oggetti recuperati di vario genere per la realizzazione di giocattoli nuovi. Le creazioni saranno poi affidate ad una Onlus, che le distribuirà ai bambini sotto la sua protezione, per regalare loro gioia e fargli tornare il sorriso.

 

Un giorno da volontario

Questo originale format rappresenta un’esperienza di volontariato a tutti gli effetti.

In particolare, i partecipanti all’attività collaboreranno per un giorno con la protezione civile e impareranno a lavorare con una squadra tutta nuova, fornendo supporto al loro impiego quotidiano.

 

I propri collaboratori avranno, in questo modo, la possibilità di fare la differenza e vivere una giornata che potrà veramente cambiare le loro priorità e la visione della realtà che li circonda.

 

Extreme Makeover Home Edition

Extreme Makeover Home edition è un interessante team building organizzato da SunnyWay in collaborazione con Onlus che si occupano della gestione di case-famiglia e orfanotrofi.  

L’attività nella quale verranno ingaggiati i team prevede che questi si adoperino per rinnovare la sede dell’ente ed, in particolare, le camerette che ospitano i bambini.

 

L’obiettivo ultimo è quello di dar loro speranza attraverso il dono di un ambiente accogliente, stimolante e divertente.

 

Recycle

Una proposta di SunnyWay che ha come unico protagonista il riciclo e le questioni ambientali, ecologiche ed etiche alle quali questo correla.

 

All’interno di questo team building particolarmente formativo, i partecipanti apprenderanno cosa si cela dietro ad una bottiglia di plastica o un pezzo di cartone.

Infatti, l’attività ideata prevede che oggetti di vario genere siano rigenerati, attraverso un riciclaggio creativo, in opere d’arte, strumenti musicali e opere di scena con le quali organizzare un sorprendente e curioso evento aziendale