Orienteering Team Building

L’orienteering conosciuto anche come Orientamento, nasce come disciplina sportiva, il cui scopo principale è quello di arrivare al traguardo analizzando, comprendendo e sfruttando il percorso più semplice e rapido.  

Alla base dello sport c’è quindi un lavoro di logica e strategia che cerca di adoperare al meglio tutte le competenze fisiche, tecniche, ma anche cognitive

La stessa logica viene applicata all’orienteering utilizzato come attività di team building per le realtà aziendali.  

 

Viene, infatti, utilizzato questo particolare sport per lavorare sullo spirito di squadra di un team, sulla loro collaborazione, per migliorare la comunicazione tra i partecipanti.  

Anche in questo caso lo scopo resta lo stesso: completare un dato percorso avendo a disposizione solo carta e bussola, il resto lo fa la prontezza, la capacità di prendere decisioni nel minor tempo possibile, di adattarsi, la collaborazione tra i membri del gruppo e l’istinto.  

Il percorso a tempo prevede, infatti, uno studio accurato volto a capire come completarlo strategicamente sfruttando il sentiero più breve e rapido. 

Tutti i punti di controllo sono costituiti da riferimenti, come ad esempio: incroci, buche, massi, sui quali è collocata una lanterna.  

La lanterna a sua volta altro non è che un oggetto a forma di prisma bianco e arancione.  

Il tracciato è composto da punti di controllo che si possono raggiungere solo secondo una sequenza. 

E, in fine, la verifica del passaggio avviene mediante un sistema di punzonature.

Obiettivi 

Gli obiettivi che vengono raggiunti tramite questo sport outdoor sono diversi e tutti nascondono dei grandi benefici.  

  • Si lavora sia sul singolo che sul gruppo: il gioco, infatti, tende a stimolare lo spirito di squadra e il senso di appartenenza ad un team, facendo sentire le persone parte di un gruppo che ha un obiettivo comune da raggiungere.  
  • A sua volta questo porta le persone ad interagire e interfacciarsi tra di loro, andando così a migliorare le dinamiche comunicative e le relazioni tra i membri del gruppo 
  • Adattamento ai cambiamenti: migliora l’approccio e la capacità di adattarsi ad improvvisi cambiamenti o situazioni inaspettate durante il percorso.  
  • Creatività: la possibilità di trovarsi in un ambiente atipico dà la possibilità di dover pensare fuori dagli schemi, creare strategie in un contesto totalmente nuovo, mettendo così a dura la prova la capacità di pensiero creativo. 

 

Risultati

Oggi esistono tantissime forme e varianti di attività e sport che hanno come focus il team building. 

La pratica di questo specifico sport ha dalla sua parte tantissimi vantaggi e risultati, sia per il singolo che per il gruppo. 

Tra i vantaggi più rilevanti si considerano: la possibilità di migliorare e perfezionare alcune importanti soft skills come la collaborazione tra i partecipanti, la capacità e volontà di cooperazione per il raggiungimento di un obiettivo comune, la definizione dei ruoli con le differenti mansioni e senza dubbio la comunicazione tra i membri del team.  

 

L’Orienteering nel mondo aziendale

Questo sport particolare e molto coinvolgente ha un forte legame con le dinamiche e tutto ciò che si può ritrovare all’interno del mondo aziendale.  

Scavando a fondo l’orienteering o orientamento tende a stimolare, perfezionare e mettere alla prova diverse soft skills, oggi importantissime nel mondo del lavoro.  

Tra queste si ricordano: 

  • Decision - making: il percorso con i suoi diversi ostacoli e imprevisti, mette i partecipanti nella condizione di dover prendere delle decisioni, in alcuni casi ragionate, in altri casi senza aver a disposizione molto tempo per riflettere.  
  • Problem - setting: la formulazione di idee e strategie sono alla base del gioco. Di conseguenza questo permette ai giocatori di creare un team, che ha come obiettivo principale la creazione di strategie vincenti. 
  • Problem - solving: scontrarsi con situazioni impreviste, prendere decisioni sulla base di pochissimi elementi a disposizione e in alcuni casi nella totale incertezza. Tutto questo va a stimolare questa competenza trasversale, necessaria e di rilevante importanza in ambiente lavorativo.  

 

Perché scegliere l’Orienteering Team Building? 

Il termine team building significa letteralmente “costruzione della squadra.” 

Far parte di una squadra che lavora in modo efficace ed efficiente è ormai alla base di ogni grande successo e ambienti lavorativi produttivi e sani.  

Investire nella costruzione del Team è uno dei più grandi investimenti a lungo termine che possa fare un’azienda, in quanto permette di imparare a capirsi, conoscersi e interagire, affrontando molte volte situazioni complicate e anche di conflitto. 

I Team building, a loro volta, danno la possibilità di perfezionare le giuste soft skills, come la collaborazione o la comunicazione all’interno di un gruppo, che torneranno sempre utili in qualsiasi realtà aziendale.  

Le competenze richieste oggi dal mondo aziendale, infatti, non sono più riducibili solo alle hard skills, ma al contrario, le armi vincenti all’interno di un contesto lavorativo di questo genere sono proprio le famose soft skills, le competenze trasversali. 

Con alcune competenze o doti si nasce, altre invece si perfezionano nel corso del tempo e grazie all’esperienza.  

Questi sport outdoor ne sono un valido esempio. 

È ormai da tempo assodato che stare a contatto con la natura, inoltre, riduce la rabbia, la paura e lo stress e aumenta i sentimenti ed emozioni piacevoli. 

L'esposizione alla natura non solo fa sentire meglio emotivamente, ma contribuisce al benessere fisico, grazie a una riduzione della pressione sanguigna, della frequenza cardiaca e della tensione muscolare.