team-building-dicembre

Team building a dicembre: le sette proposte per creare un team vincente

 

Dicembre è sicuramente un mese particolare: l’anno sta per finire, il freddo dell’inverno non invoglia a socializzare e le giornate sono sempre più corte.

Con queste premesse è difficile mantenere la squadra motivata e attiva sul posto di lavoro ed è proprio per tale motivo che fare Team Building a dicembre è ancora più indispensabile!

 

Com’è facile intuire, si possono ottenere moltissimi vantaggi coinvolgendo la propria squadra in un’esperienza come quelle che proponiamo:

  • Si fortificano, rinnovano o creano i legami tra i membri del team;
  • Migliora l’ambiente di lavoro e la comunicazione tra colleghi;
  • Si risveglia la motivazione in uno dei mesi più duri dell’anno.

Proprio rispetto a quest’ultimo punto, è bene ricordare che dicembre è un mese particolare e saper scegliere un’attività adeguata e adatta al gruppo è indispensabile per non ottenere l’effetto opposto: nessuno vuole dipendenti e colleghi demotivati e contrari a mettersi in gioco!

Di conseguenza, ecco sette proposte per creare un team vincente durante il mese di dicembre.

 

Climbing

Un’attività sportiva molto impegnativa ma allo stesso tempo formativa e divertente. Sfidare le paure insieme è quanto di più efficace per forgiare rapporti solidi all’interno della squadra.

Arrampicarsi lungo una parete potrebbe non sembrare così istruttivo, ma chi conosce questa disciplina sa bene che non è così: fiducia, comunicazione, forza mentale e fisica vengono messe alla prova durante tutta l’esperienza. La squadra sarà chiamata a uscire dalla propria comfort zone e l’idea di non doverlo fare da soli è sicuramente rassicurante. Il fatto che sia un’esperienza ardua è un vantaggio in ottica di supporto tra i partecipanti che si renderanno presto conto di quanto sia divertente e appagante salire metro dopo metro.

Ovviamente l’esperienza può essere personalizzata in termini di obiettivi in base alla conformazione del team e per chi dovesse avere paura delle altezze, esistono apposite pareti che permettono di arrampicarsi senza “salire”. Inoltre, i nostri esperti saranno sempre presenti per aiutare in caso di difficoltà. Dal momento che le temperature esterne potrebbero essere proibitive per praticare la scalata, può essere effettuata sia indoor che outdoor.

La scalata è senza dubbio un’ottima metafora legata al successo e al raggiungimento degli obiettivi aziendali, per questo il fatto che il team lavori insieme per conquistare la vetta può essere altamente motivante.

 

Jingle d'autore (Virtuali)

La musica e il canto creano da sempre aggregazione nelle persone. Allo stadio, in chiesa, per strada o in macchina, cantare unisce e trasmette molte emozioni. L’atmosfera magica che la musica crea è capace di dissolvere limiti personali e stimolare l’empatia, l’ascolto e la comunicazione all’interno di un gruppo.

Se questo è vero dal vivo, è altrettanto vero anche in forma “virtuale”: Jingle d’Autore è un’esperienza che viene svolta online, in più team che lavorano insieme per ricreare un po’ di quella magia che solo la musica può dare.

I nostri musicisti esperti, assegnati uno per team, guidano i partecipanti nel corso di tutta l’attività: prima si sceglie insieme un pezzo che tutti conoscono, poi si lavora di squadra per cambiarne il testo e riscriverlo raccontare in modo divertente l’ambiente di lavoro.

Intonando una strofa per uno si viene a creare un fantastico Jingle d’Autore!

Tinkering

Il Tinkering è un’attività che può essere tradotta con “armeggiare” o “darsi da fare”. Nello specifico, così come la interpretiamo noi, è un’esperienza dinamica, concreta e stimolante.

Sono numerose le possibilità quando si sceglie di intraprendere un Tinkering Team Building ed ognuna di esse è una palestra che insegna a pensare con le mani prima ancora che con la testa. La comunicazione, il lavoro di squadra e il pensiero laterale sono le skill che vengono maggiormente messe alla prova.

Un esempio di questa esperienza è il gioco del telefono:

  • A ogni membro del team viene assegnato un ruolo e personaggio da interpretare (cliente, venditore, compratore, costruttore);
  • Il cliente ha in mano un progetto finito che deve spiegare al venditore senza mostrarglielo;
  • Il venditore deve acquisire i pezzi necessari per portare a termine il lavoro in base a quello che ha capito. Devo poi spiegare al compratore come sarà realizzata l’opera;
  • Il compratore fornisce i pezzi al costruttore e spiega come assemblarli:
  • Il costruttore crea il progetto in base alle informazioni che ha ricevuto.

Quanto più è efficace la comunicazione, tanto più sarà fedele il prodotto finale al progetto iniziale. Sapersi spiegare e capire come ottenere quello che si vuole in modo chiaro sono doti spesso fondamentali sul posto di lavoro.

 

Profumo: crea la tua fragranza

Come si intuisce dal nome di questa esperienza di Team Building, Profumo è un’attività sensoriale che porterà i partecipanti a creare la loro fragranza e pubblicizzarla attraverso uno spot televisivo.

L’esperienza vanta già diversi precedenti, tra cui un’edizione del 2019 a Roma, in ottobre, alla quale hanno preso parte ben 140 partecipanti. L’attività si divide in due parti: prima si conoscono e scelgono le fragranze con le quali comporre il profumo, poi si realizza lo spot.

Da quello che si apprende durante la prima fase, è possibile imparare gli effetti che le varie fragranze hanno sull’umore e sul corpo, da quali ingredienti derivano e i significati che vengono associati ad ogni particolare odore. Di seguito i vari team vanno a comporre i propri profumi in base alle differenti personalità dei partecipanti e quello che vogliono comunicare.

Questa ultima nota è particolarmente importante perché in base al messaggio che voglio condividere, dovranno presentare uno spot capace di esprimerlo. Lavorando di gruppo devono pensare a costumi, trucchi, riprese e musica, nonché ovviamente ad un nome per il prodotto finale.

Al termine di questa coinvolgente, istruttiva e appassionante esperienza ognuno potrà tornare a casa con la propria creazione.

 

Cooking

Il Cooking Team Building è forse una delle più gettonate e appassionanti attività sensoriali. La cucina è di gran moda ultimamente e chiunque vorrebbe essere uno chef come in televisione. L’esperienza è competitiva e stimola il lavoro di squadra, la comunicazione e coordinazione all’interno del team e ovviamente la creatività e precisione che la cucina richiede.

Le squadre si fronteggiano a colpi di piatti, presentazioni e sapori e in base al format scelto prima di iniziare la sfida, i loro obiettivi e le competenze da sfoggiare cambieranno. Tra le varie possibilità ci sono:

  • Lo show off classico, ogni team prepara una portata a scelta tra antipasti, primo secondo e dessert;
  • La Sfida, in cui le squadre si battono per preparare lo stesso piatto al meglio delle loro capacità;
  • La Mystery Box, proprio come in una puntata di Master Chef ai gruppi viene fornita una scatola chiusa contenente diversi ingredienti per preparare una ricetta;
  • Food Blogger, in questa sfida la presentazione è la cosa più importante, tanto da trasformare i piatti in immagine perfette da postare su Instagram!

 

Bikes for children 

Quando si sceglie di unire il lavoro di squadra all’impegno sociale, nascono iniziative come Bikes for Children. Bisogna dire che fare del bene è sicuramente positivo per il morale della squadra e regala fantastici ricordi e opportunità per chi è meno fortunato.

Grazie alla collaborazione e a una corretta divisione dei ruoli, si lavora per creare delle biciclette a partire da zero. Queste verranno donate a decine di bambini al termine dell’attività e la cosa più bella è che i partecipanti non sono a conoscenza del fatto che dei bambini sono effettivamente pronti a ricevere i loro regali. L’impatto che una scena del genere può donare a un individuo è impagabile. Fare qualcosa di tangibile, farlo per la giusta causa e uscirne più forti di prima è una situazione in cui c’è solo da guadagnare.

I bambini coinvolti in questa attività di team building provengono da orfanotrofi, scuole e centri per bambini, come quelli che hanno partecipato all’edizione di novembre 2019 a Como.

 

Tutti in Coro

Tutti in Coro è una di quelle esperienze che unisce attraverso la musica ed è particolarmente indicata per i gruppi più numerosi. Non è richiesta alcuna abilità canora per partecipare: basta avere la giusta voglia di mettere in gioco e lavorare in team.

Questo team building è diviso in due fasi: prima si prova e poi c’è l’esibizione. A seconda delle modalità, le prove possono durare una mattinata, un giorno, o anche più giorni. Se il gruppo coinvolto è particolarmente ampio, si creano dei sottogruppi di almeno 40 persone e ognuno di questi studia un brano da presentare all’esibizione finale e uno comune.

Durante la prima fase si studiano le basi del canto, si fanno esercizi di riscaldamento per la voce, si imparano le varie sezioni della canzone e vengono assegnati i ruoli. Nella seconda fase invece, si mette in pratica tutto quello che è stato appreso, con l’intento di creare uno show indimenticabile

E visto il periodo, perché no?, si potrebbero intonare dei canti natalizi!