copertina - team building quiz

Team building Quiz

 

Cosa può esserci di più semplice, coinvolgente e interattivo di un quiz a squadre?

Un contest basato sul rispondere a una serie di domande poste da un conduttore è di sicuro una delle tecniche migliori di Team Building. Le squadre in gara si sfideranno all’ultima risposta per decretare un vincitore e durante la sfida si verranno a creare una serie di dinamiche interessanti sia internamente al gruppo che tra i vari team.

 

Questa tecnica non solo è divertente per i partecipanti ma anche estremamente utile da un punto di vista di crescita collettiva e personale.  

 

Cos’è il team Building Quiz

Con Team Building Quiz si intende un’attività, praticabile sia indoor che outdoor, durante la quale due o più squadre si affronteranno rispondendo alle domande poste da un conduttore imparziale. Queste domande potranno avere un tema specifico o più categorie differenti. Si potrà addirittura scegliere di fare domande legate al brand o l’azienda per la quale si lavora.

La fama dei quiz è storica: rispondere a domande per vedere se se ne conosce la risposta esatta è uno dei passatempi più diffusi in assoluto da anni. La soddisfazione che se ne trae è il motivo per il quale ci si ritrova spesso a parlare con il televisore durante i numerosissimi game show della sera. Se si pensa al successo dei format televisivi o radiofonici in Italia, sarà possibile farsi un’idea del successo di questa attività.

Tutti conosciamo il famosissimo “Lascia o Raddoppia?” di Mike Bongiorno, così come il celebre Rischiatutto. Sarabanda, L’eredità, Chi Vuol Esser Milionario? e tanti altri ancora sono solo un piccolo esempio del successo di questo format. Sono anche molti i giochi di società che hanno fatto fortuna basandosi sul concetto di Quiz, come l’intramontabile Trivial Pursuit.

Grazie alla versatilità, al coinvolgimento e alla fama dei quiz, è più che logico pensarlo e sfruttarlo anche in ottica di Team Building. Sono molti i vantaggi che può apportare ad un team, sia a livello relazionale che mentale.

 

A cosa serve

Sono molte le applicazioni di un Team Building Quiz in ottica di crescita collettiva e personale.

A livello di collettività, le principali soft skill che vengono chiamate in causa sono relazionali: nel rispondere si deve ragionare in gruppo e le competenze di uno possono e devono completarsi con quelle dell’altro. Si viene a creare in maniera naturale complicità e comprensione. L’idea di dover gareggiare contro altre squadre, fa sì che anche della sana competitività trovi posto durante un team building Quiz. E proprio l’idea di dover superare l’avversario porterà alla necessaria collaborazione tra i membri dello stesso gruppo.

A livello personale, nello stesso modo diverse abilità vengono chiamate in causa. Durante una sessione di team building strutturata sul quiz, verrà richiesto ai partecipanti di mettersi in gioco e dare il loro contributo alla squadra. Affinché l’opinione dei singoli membri porti un qualcosa in più al gruppo, una skill fondamentale diventa necessaria: l’ascolto. Così come il mettersi in gioco è necessario per la vittoria, anche il mettersi da parte è indispensabile. Si impara (o si riflette) in questo sul non dover essere sempre e per forza al centro dell’attenzione e sul valore che ognuno può mettere sul tavolo. Valutare quando si può dare un contributo o quando il contributo migliore coincide con lo stare in silenzio ad ascoltare richiede una certa rapidità di pensiero. Determinate tipologie di quiz si combattono in round che durano secondi e riuscire a rispondere prima dell’avversario fa la differenza tra la vittoria e la sconfitta. Non solo velocità mentale, ma anche riflessi fisici: in fin dei conti, il bottone per prenotare la risposta non si premerà certo da solo.

 

Altri comportamenti da osservare

Spesso accade durante questi contest che alcuni partecipanti mettano in mostra i loro tratti più egocentrici e accentratori. La voglia di primeggiare potrebbe superare ogni altro aspetto costruttivo del team building quiz e rovinare l’esperienza collettiva.

Questo non è necessariamente un male: osservare come il gruppo gestisce situazioni del genere, può mettere in luce comportamenti importanti e doti necessarie di leadership o di team working. Ognuno risponde a determinati tratti caratteriali i quali non sono da dividere tra giusti o sbagliati, ma sta all’osservatore intuire quali siano più utili in ottica lavorativa e di crescita e a quali obiettivi potrebbero rispondere meglio.  

 

Importanza del conduttore

Il conduttore gioca un ruolo fondamentale in queste competizioni, poiché è il mediatore tra i vari gruppi, il controllore e l’arbitro. Se non si possiede un buon carisma e si fa fatica a mantenere l’ordine, non solo si corre il rischio di far perdere interesse ai partecipanti, ma anche di incorrere in possibili critiche e lamentele. Una buona dose di improvvisazione non deve mancare per far fronte ai possibili scenari che possono crearsi.

 

Come si Svolge

Ogni team building quiz segue delle regole generali comuni, ma si possono apportare modifiche a seconda dei casi per rendere la competizione più interessante.

Le regole condivise per ogni quiz sono:

  • La formazione di squadre eterogenee e bilanciate (il numero di membri varia a seconda dei casi)
  • Un conduttore imparziale che pone le domande ai team
  • Selezione di domande a tema e/o divise per categorie (cultura generale, storia, geografia, cucina, brand e chi più ne ha più ne metta)
  • Un sistema di punti condiviso

 

Regole aggiuntive devono essere chiarite all’inizio, durante la fase di spiegazione. Questa fase deve precisare la tipologia di quiz che i concorrenti andranno ad affrontare e deve risolvere ogni dubbio che i partecipanti potrebbero avere.

Il team building Quiz può essere poi strutturato secondo le seguenti dinamiche:

 

 

Quiz rapido

Il conduttore seleziona una domanda tra la lista di quelle a disposizione, e pone il quesito a tutte le squadre. Queste dovranno ragionarci in maniera collettiva e dare una risposta unica. Ogni team è in possesso di una pulsantiera (o un altro mezzo deciso in fase di spiegazione) che dovrà essere utilizzata per prenotare la risposta. Se l’esito è positivo, la squadra prende un punto, altrimenti spetterà alla squadra avversaria provare a rispondere. In caso di più team in gioco, la risposta spetta a chi si è prenotato per secondo.

Questa modalità premia chi riesce a ragionare in maniera più efficace e veloce, spronando tutti a partecipare. Il possibile lato negativo è che la pressione e la foga nel dare una risposta prima degli altri spinga alcuni a giocare in maniera istintiva e unilaterale. Inoltre, si può generare confusione ed euforia.

radio - team building quiz

Quiz a Turni

Segue le stesse modalità del quiz rapido, ma le domande non sono condivise, bensì specifiche e personali per ogni squadra. Il team ha un tempo determinato per arrivare alla soluzione del quesito.

Ottima per migliorare il team working e la gestione del tempo, poiché tutti hanno modo di partecipare alla discussione ma ognuno deve rispettare dei tempi per non cannibalizzare le opinioni degli altri. Possibili contro sono legati alla scelta delle domande da parte del conduttore, le quali dovranno essere bilanciate per ogni squadra onde evitare ritorsioni o critiche di favoreggiamento.

Quiz a Scelta

Come il quiz a turni, ogni team dovrà rispondere a domande singole, senza doversi preoccupare della possibile intromissione delle altre squadre. La differenza sta nel fatto che saranno i membri del gruppo a decidere la categoria della domanda, tra una lista decisa a priori dal conduttore.

Questo team building quiz non solo spinge il gruppo a ragionare sulle soluzioni ai quesiti, ma anche sui punti di forza dei singoli membri aumentando così complicità e collaborazione.

Quiz Incrociato

Rispetta le dinamiche del quiz a scelta, ma aggiunge un pizzico di strategia in quanto sarà il team avversario a scegliere a quale categoria appartiene la domanda che sarà posta alla squadra di turno.

Come per la modalità precedente, anche in questo caso si discute per valutare la scelta migliore. Solo che a differenza del quiz a scelta, in questo caso si dovrà ragionare sui punti deboli dell’avversario per superarlo.

Quiz “fisico”

Il conduttore pone delle domande generiche alla sala, sfidando i gruppi in un testa a testa basato sulla rapidità di pensiero, così come accade nel quiz Rapido. Tuttavia a disposizione dei concorrenti ci sarà una sola pulsantiera per prenotare la risposta, posta in prossimità del conduttore. Per tentare la sorte e fare punti sarà quindi necessario giungere a una conclusione condivisa dalla squadra e raggiungere per primi la pulsantiera.

Sicuramente questa modalità è competitiva e mette in risalto anche le doti atletiche dei partecipanti. Particolarmente divertente anche se presenta una serie di lati negativi legati alla possibilità di infortuni e alla facilità di rendere le cose poco bilanciate per le squadre meno “sportive”.

Questi sono solo alcuni consigli per sviluppare un team building quiz che sia di intrattenimento, divertente e coinvolgente. Ovviamente ognuno può ragionare sulle proprie regole e decidere come affrontare questa attività a seconda delle esigenze personali.

 

 

Perché scegliere Sunnyway per il tuo team building?

SunnyWay opera da oltre 15 anni nel campo del team building, offrendo la sua creatività ed esperienza ad aziende in tutta Italia. Con le giuste tecniche progetta eventi originali e di impatto per sviluppare e aiutare il personale a crescere più coeso e motivato.

Creare un evento di team building che sia ben strutturato e pensato non è un’impresa da poco. Sono molti gli aspetti che vanno tenuti in considerazione per non generare situazioni spiacevoli e controproducenti. In questo SunnyWay è altamente qualificato e sono molti i successi che può vantare.

Per richiedere una consulenza personale o scoprire di più sul nostro gruppo, visita la pagina dedicata e mettiti in contatto con noi.