Team Coaching: definizione

 

Il Team Coaching consiste in una serie di attività volte a migliorare la performance collettiva.

Il Team coaching aiuta la squadra a raggiungere i propri obiettivi, attraverso un ambiente sostenibile che coltiva l'eccellenza e il successo.

 

Il processo aiuta i team a:

  • allinearsi attorno ad uno scopo comune
  • stabilire uno spirito e una visione ispiratrice
  • definire ruoli chiari, a impegnarsi per la responsabilità del team
  • fare scelte pertinenti
  • intraprendere azioni positive.

 

Un team è una un insieme di persone che hanno uno scopo comune con ruoli funzionali definiti e obiettivi individuali.

Ci si aspetta che i team producano risultati ma molti team riescono a ottenerli, non sono in grado di coltivare il successo nel tempo, o soccombono alle pressioni interne e ai litigi.

 

Team coaching: obiettivi

 

Tra gli obiettivi del Team Coaching possiamo individuare

  • Il miglioramento della comunicazione

I partecipanti devono sapere infatti che la comunicazione è sia verbale che non verbale e che da essa dipendono le reazioni di tutti coloro con cui interagiscono.

Le interazioni non avvengono solo tra colleghi, ma anche con i clienti ad esempio e conoscere dei modi adeguati di rapportarsi e di esprimersi porta numerosi vantaggi.

  • Ottimizzazione dei processi aziendali

Individuare procedimenti rassicura i dipendenti e i dirigenti.

  • Problem solving

Saper reagire all’imprevisto, adattarsi, essere flessibili e dinamici è una caratteristica fondamentale

  • Organizzazione

 Un team organizzato è un team sicuro di sé ed estremamente efficiente

  • Costruzione delle relazioni

Imparare a porsi, a dire le cose e a esprimersi è un investimento che porta moltissimi benefici

 

Il team coaching porta benefici aziendali

 

Il miglioramento dei processi comunicativi può rivelarsi fondamentale per tutte le aziende e le figure che si occupano di marketing, pubblicità e promozione, tutte attività profondamente legate alla conoscenza dell’essere umano, all’empatia e alla connessione.

L’ottimizzazione dei processi aziendali si rivela fondamentale quando applicato ai flussi di informazione, al passaggio delle notizie e in generale a tutte le procedure che snelliscono le mansioni.

Impostare un metodo, anche flessibile, significa fornire una bussola ai dipendenti di lunga data e ai nuovi arrivati.

Il problem solving è una caratteristica fondamentale nella vita e nel lavoro, perché equivale ad allontanare il senso di sopraffazione, di impotenza e di incapacità di reagire agli imprevisti o a situazioni apparentemente irrisolvibili. 

Conoscere dei modi per organizzarsi significa avere uno strumento molto potente da utilizzare sul posto di lavoro.

Saper individuare e rispettare le gerarchie nei ruoli e le priorità nei compiti da svolgere significa comprendere il contesto in cui ci si trova e sapere come muoversi rispetto ai traguardi da raggiungere.

Relazioni sane, autentiche e trasparenti, equivalgono a legami duraturi sia nella dimensione umana che in quella lavorativa e non esiste una meno importante dell’altra.

In azienda, le due si completano e in entrambi i casi sono fatte da persone.

 

I requisiti per un team coaching utile

 

Il coaching è un processo

E' raro che un incontro o una sessione possa creare risultati di trasformazione; spesso sono necessarie numerose sessioni o interventi affinché il cambiamento duraturo sia assimilato.

 

Il coaching deve avere un obiettivo

È imperativo avere un obiettivo chiaramente definito per il coaching, in modo che possa essere mirato e i progressi possano essere misurati.

 

Non esistono soluzioni rapide

Solo un approccio metodico realizzato attraverso una serie di interventi ponderati aiuta a ottenere un reale cambiamento nelle prestazioni della squadra.

Il team coaching deve evitare di essere "guidato dagli eventi", ma essere un viaggio continuo con un mix di interventi progettati per massimizzare le prestazioni del team per un periodo prolungato - tipicamente da sei a nove mesi.

 

Lavorare in squadra come una squadra

Il lavoro deve concentrarsi sulle soft skills e sulle hard skills attraverso una collaborazione e la costruzione di una rete di relazioni che includa tutti i partecipanti, senza escludere nessuno dal processo.

 

Le competenze necessarie

 

Cosa deve saper fare un team coach?

Introdurre un nuovo punto di vista

Una nuova prospettiva può aiutare la squadra a vedere nuove strade e soluzioni.

 

Rompere le regole

 Fare qualcosa di diverso all'interno di una squadra può creare turbolenze positive e aprire nuove possibilità.

 

Condividere le proprie battaglie

Far sì che i membri della squadra sentano e vedano una certa vulnerabilità potrebbe tradursi in una sensazione di autenticità.

 

Avere il coraggio di dire l'indicibile

 I bravi coach sono dei catalizzatori che costringono le squadre ad avere delle conversazioni che nessuno vorrebbe avere.

 

Solo l'esperienza e l'abilità del coach può aiutare a non trasformare alcuni argomenti in delle bombe ad orologeria.

La sua figura, infatti, permette alla squadra di affrontare la sfida in modo trasparente e con successo.

 

A chi rivolgersi

 

È assolutamente necessario che questo processo venga seguito da un professionista altamente specializzato.

Il coaching infatti espone le caratteristiche di ognuno e richiede ai partecipanti di mettere in gioco le proprie capacità, i propri pregi e i propri difetti.

Vedere e toccare con mano gli aspetti più delicati di una persona se non fatto in un ambiente adeguato, può mettere in pericolo alcune relazioni e incrinare irreparabilmente i rapporti.

Ecco perché è fondamentale che il team coaching sia supervisionato da un professionista.