Evitare lo stress al lavoro al ritorno dalle vacanze: da oggi si può

Tornare in ufficio e controllare le mail accumulate durante i giorni di assenza dalle vacanze può essere davvero stressante.

Eppure ci sono diversi modi per rendere questo rientro meno traumatico. Come?

Leggi la nostra guida per non farti prendere alla sprovvista e riuscire a gestire al meglio lo stress post vacanze!

Stress al lavoro al rientro delle vacanze? 15 consigli per gestirlo

La cosa brutta delle vacanze è che, ad un certo punto, è ora di ritornare a casa e riprendere in mano la vita da cui ci si è allontanati durante quei bellissimi giorni di relax.

Le vacanze sono un periodo perfetto per staccare da tutto e da tutti, prendere le distanze dalla lista di cose da fare e passare il tempo a fare qualsivoglia cosa per rilassarsi e stare sereni.

Ma cosa succede quando le ferie finiscono?

Si torna alla routine, alle faccende di casa, al lavoro in ufficio.

Riabituarsi alla normalità è sempre una fase difficile e complicata, tanto che gli psicoterapeuti parlano di sindrome da post-vacanza: un periodo di breve durata, caratterizzato da forte stress, ansia o depressione che prende, appunto, al rientro dalle ferie.

Il rientro può essere traumatico a volte, soprattutto perché si passa da tempi dilatati e lenti, a giornate frenetiche, piene di incarichi da svolgere, magari in breve tempo.

Per questo motivo è importante trovare una strategia che ci permetta di avanzare nella routine in maniera graduale e tranquilla, così da riprendere il lavoro e far sì che il relax accumulato durante le vacanze duri più tempo possibile.

Quindi, ecco 15 consigli per rendere il tuo ritorno dalle vacanze il meno traumatico possibile e per prenderlo come un’occasione per migliorare le proprie performance lavorative.

 

1 – Concludi le attività lavorative prima delle vacanze

Per evitare di tornare e trovare un carico di lavoro arretrato è necessario cercare di finire più attività possibili nei giorni prima della partenza.

Fai un elenco delle cose da fare, così da avere di fronte gli obiettivi e dare loro la giusta priorità.

Disconnettersi dal lavoro in modo sano, significa anche non avere fin da subito il pensiero di quello che ti aspetterà al ritorno.

 

2 – Riordina il tuo spazio di lavoro

Lasciare uno spazio di lavoro in disordine, darà la sensazione di non aver mai staccato.

Pulire e sistemare la scrivania, rimuovendo le carte superflue e i documenti accatastati, aiuterà a ricominciare il lavoro con maggiore serenità e concentrazione.

Inoltre, è un modo per mettere a posto le idee e prepararsi psicologicamente ad un periodo di completo relax, in cui il tuo problema più grande sarà scegliere quale ristorante prenotare per la cena!

 

3 – Programma il calendario per le giornate di rientro

Riempire il ritorno in ufficio con una serie di riunioni inderogabili, causa uno stress enorme che rischi di portarti avanti nei mesi futuri.

Prenditela con calma e rimanda quel che si può.

Non accumulare troppi impegni e prenditi alcuni giorni per inquadrare meglio come sarà il lavoro nelle settimane a venire.

Questo è un ottimo modo per evitare l’impatto traumatico da sindrome post-vacanza.

 

4 – Torna a casa prima che finiscano le ferie

La stessa cosa vale per il rientro a casa.

Vuoi davvero andare al lavoro il giorno dopo che hai fatto il viaggio di ritorno, con le valigie ancora da disfare, le lavatrici da fare e il frigo vuoto?

Prenditi dei giorni per le faccende di casa e per un graduale rientro alla normalità, come se fosse una fase intermedia prima di ritornare in ufficio.

La salute psicologica inizia soprattutto dalle piccole cose.

 

5 – Organizza le email

Un’attività che è meglio fare prima di partire per le vacanze.

Durante il giorno ci arrivano purtroppo una quantità spropositata di mail che intasano la nostra casella di posta, rendendo complicato anche capire quali sono quelle importanti e quali no.

Spesso sono email promozionali o annunci, in cui è difficile trovare gli avvisi urgenti a cui dare priorità.

Un po’ come sistemare la scrivania, organizzare le email aiuta a fare spazio ed evitare la spiacevole sensazione di avere troppe cose da fare.

 

6 – Prenditela con calma

Non esagerare con gli obiettivi lavorativi, soprattutto nei primi giorni.

Questo include anche il lavorare oltre l’orario prestabilito, cosa che si tende a fare se si pensa di avere molto lavoro arretrato.

Lasciarsi aiutare da qualcuno e, quindi, delegare i compiti, può essere un’ottima soluzione per non farsi sopraffare.

 

7 – Fai più pause

Non si può ricominciare a lavorare dando il massimo, quando abbiamo passato gli ultimi giorni a non fare altro che prendere il sole o passeggiare.

È importante fare più pause durante la giornata, così che il tempo lavorativo sia qualitativamente migliore.

In questo modo terminare i compiti sarà meno stressante e più soddisfacente.

 

8 – Stai con i colleghi

Le pause con i colleghi permettono di riprendere i rapporti con l’ambiente lavorativo in modo sano e divertente.

Parlate delle vacanze passate e delle esperienze che avete vissuto in questi mesi di assenza.

Così vi aggiornate, rafforzate il legame e contribuite a realizzare uno spazio di lavoro sereno e allegro.

Avere una buona comunicazione con il team è la base per migliorare le proprie performance lavorative.

 

9 – Allontanati dalle distrazioni inutili

Per quanto ci possa dare una leggera soddisfazione sul momento, essere distratti dalle notifiche del cellulare o dai social network ci fa pesare ancora di più il lavoro.

Cerca un modo per mettere da parte le distrazioni inutili che non migliorano di certo la tua produttività o creatività.

Piuttosto fai una breve passeggiata per sgranchirti le gambe e per far prendere aria ai pensieri.

 

10 – Fai una lista

Organizza la tua giornata lavorativa facendo una lista delle cose da fare.

Scomponi i compiti più grandi in modo che non sembrino problemi insormontabili.

Elencare i tasks secondo le priorità ci darà modo di osservare il quadro generale e sapere cosa aspettarci.

 

11 – Concludi i compiti della giornata

“Non rimandare a domani quello che puoi fare oggi”.

Anche perché domani potresti avere altro da fare e accumulare lavoro arretrato non è il massimo per chi è appena tornato dalle vacanze.

Anche se gli obiettivi giornalieri sono pochi, assicurati di averli portati a termine così da non doverli fare il giorno successivo.

 

12 – Trova un nuovo modo di lavorare

Le ferie servono proprio per staccare completamente da tutto ciò che ci circonda di solito, compreso il lavoro.

Questo ci permette anche di vederlo da una nuova prospettiva e, magari, trovare un modo migliore di lavorare.

Le vacanze possono aumentare di molto la nostra produttività e migliorare il nostro approccio con l’ambiente lavorativo.

 

14 – Sonno regolare e sport

Riprendi un sonno regolare nei giorni precedenti, così che la sveglia presto non sia traumatica il primo giorno di lavoro dopo le vacanze.

Arrivare riposati e con una mente fresca è il primo passo perché la giornata sia produttiva e proficua.

Allo stesso tempo, riprendere a svolgere un po’ di attività sportiva può aiutare ad allontanare la sensazione di stress che si accumula nei primi giorni di rientro.

 

15 – Pianifica la tua prossima vacanza

Lo so che starai pensando “Ma sono appena tornato e dovrei già pianificare la mia prossima vacanza?” Si!

In questo modo avrai un obiettivo fisso davanti a te che ti permetterà di superare le giornate più dure.

Non deve per forza essere una settimana di ferie: programmare un weekend in un’altra città o una gita fuori porta a distanza di un mese dal ritorno ti spronerà a guardare al futuro e ti farà pesare meno il ritorno al lavoro.

 

Come possiamo aiutarti, scegli SunnyWay Team Building

Cerchi un’attività divertente che non ti faccia rimpiangere i giorni di vacanza e che, allo stesso tempo, ti aiuti a stringere il legame con i tuoi colleghi?

SunnyWay si occupa da 20 anni di organizzare le migliori attività di team building personalizzate per le aziende che desiderano partecipare ad esperienze di valore per il proprio team.

Ci impegniamo per offrirvi delle iniziative efficaci, non convenzionali e in grado di avere un impatto positivo su tutti i membri del team.

Il nostro direttore creativo Elio Zoccarato è un coach strategico professionista, iscritto in AICP (Associazione Italiana Coaching Professionisti).

Il nostro staff guiderà te e il tuo team per tutta l’attività, predisponendo accuratamente l’organizzazione della tua esperienza di team building nei minimi dettagli.