team Work

Team Working: cos'è

 

Molto spesso si sente parlare di Team Building e Team Working; queste due attività, talvolta, vengono confuse tra loro ma in realtà si differenziano:

  • Il Team Building è il primo step da compiere e si concretizza con la formazione di un gruppo coeso, che condivide obiettivi, comportamenti e aspirazioni.
  • Nel Team Working il gruppo è già coeso e si sente già una squadra unita, l’obiettivo di questa attività è quello di sviluppare delle competenze di collaborazione sinergica, di lavorare in modo unito e condividere i successi e i benefici.

 

A cosa serve

Il team working è un processo che si rivela particolarmente efficace per le dinamiche aziendali e porta con sé diversi vantaggi nella qualità e nella quantità delle attività svolte all’interno delle aziende.

Attraverso il team working si arriva ad una maggiore distribuzione delle attività da svolgere, questo è possibile dal momento che all’interno del gruppo di lavoro vi è una condivisione della fiducia, sia verso sé stessi che verso gli altri membri.

All’interno di un lavoro condiviso, si manifesta una maggiore condivisione delle competenze e delle conoscenze che incentivano lo scambio e la riflessione su possibili soluzioni o metodi di svolgimento migliori che non sarebbe stato possibile svolgere o raggiungere in modo autonomo ed individuale. Ogni individuo all’interno del team apporta un contributo, fondamentale per la risoluzione di problemi o per il raggiungimento degli obiettivi prefissati, grazie alla stimolazione dello scambio e del confronto costruttivo tra i colleghi.

Il team working ha degli effetti positivi anche nella gestione dei fallimenti o delle sconfitte. Di fronte ad una situazione negativa (il mancato raggiungimento di un obiettivo, un fallimento aziendale, etc) il carico emotivo negativo viene distribuito in egual misura su tutti i componenti del gruppo e quindi si ha un minor carico a livello psicologico individuale. Le attività svolte in gruppo e condivise possono dunque essere anche delle ottime strategie di coping per fronteggiare particolari situazioni particolarmente caratterizzate da alti livelli di ansia, scarsa motivazione e timore.

 

Quando fare team working

Il team working può essere attuato solo a seguito di un processo di team building, un requisito necessario per lavorare in gruppo è infatti la presenza di un gruppo funzionale basato sulla fiducia e sulla condivisione.

È importante attuare il team working dopo che i membri del gruppo hanno sviluppato delle specifiche competenze, o soft skills, comunicazionali e relazionali, requisito fondamentale per il buon funzionamento di questa attività.

Nello specifico è importante che il gruppo possieda buone capacità di:

  • Empatia e propensione ad aiutare gli altri: un gruppo è efficace e può viaggiare sullo stesso binario solo se condivide le conoscenze e riesce a gestire in modo funzionale le tensioni o i contrasti che possono crearsi all’interno delle varie dinamiche mediante lo scambio e il confronto costruttivo.
  • Problem Solving: con cui si intendono l’insieme delle strategie e delle capacità che permettono una risoluzione del problema, partendo dalla sua individuazione fino a raggiungere delle possibili soluzioni efficaci che possono essere creative o realistiche.
  • Partecipazione attiva: ogni membro deve partecipare a tutte le attività ed offrire il suo contributo che deve essere accolto senza giudizi o critiche negative, ma elaborato e sviscerato in modo collettivo.

 

Dove fare team working

Non esiste una location specifica in cui svolgere delle attività di team working, ma possono essere svolte senza problemi in ogni luogo.

Il team working può essere eseguito direttamente in azienda o all’esterno, con attività outdoor.

 

10 esempi di team working

Esistono moltissimi corsi che permettono di sviluppare un team work efficace e collaborativo:

  1. Tutti in coro: con questo corso di team working, i partecipanti diventano membri di un coro. L’attività si divide in due fasi quella delle prove in cui i partecipanti, dopo un’introduzione al laboratorio corale, apprendono gli aspetti tecnici del canto e svolgono esercizi di intonazione. La seconda fase invece prevede la messa in scena del coro in cui tutti i partecipanti si esibiscono in plenaria. Questo corso permette oltre ad imparare il ritmo e l’armonia, anche di incrementare la capacità di lavorare in team.
  2. Adventure Time: gli adventure time sono una serie di attività ludiche da svolgersi all’aria aperta, lontano dall’ufficio o dal solito posto di lavoro, in cui i partecipanti devono affrontare una serie di prove avventurose aiutandosi e spronandosi a vicenda.
  3. Marionette XXL: questa attività è ricca di fascino e creatività e consiste nello scomporre in modo funzionale un progetto per poi riformularlo secondo dei precisi step fattibili.
    l’attività si articola in tre fasi, la prima che prevede una fase di costruzione, la seconda di animazione e la terza la messa in scena dello show. Questa attività è particolarmente indicata per il team working in quanto prevede il coinvolgimento di tutti i membri del gruppo in ogni sua fase (dalla progettazione alla realizzazione dello spettacolo).
  4. Minigolf: durante questa attività i partecipanti sono chiamati a costruire una pista da minigolf utilizzando unicamente dei materiali di scarto e da riciclo. I vari gruppi si sfidano tra loro e vince quello che sarà in grado di costruire la pista più difficoltosa e con più insidie.
  5. Snow Game: gli snow game sono una serie di attività che si svolgono durante l’inverno in zone innevate, dove le insidie della natura spingono i partecipanti a collaborare tra loro per raggiungere gli obiettivi delle varie prove proposte.
  6. Campo Base: lo scenario che i partecipanti al team working si trovano a fronteggiare in questa situazione è quello di un’esercitazione della protezione civile. L’obiettivo è quello di allestire un campo base ricevendo delle specifiche istruzioni. La collaborazione e la coordinazione sono fondamentali per la riuscita di questa attività.
  7. Montagne Russe: in questa attività di team working i colleghi dovranno far correre una pallina su delle montagne russe realizzate unicamente con materiali di uso comune. L’intero gruppo viene suddiviso in più squadre e ciascuna squadra dovrà occuparsi di una specifica sezione delle montagne russe. Per la riuscita della costruzione sarà necessaria la collaborazione sia all’interno della squadra che tra le varie squadre.
  8. Lost: in questa attività l’istinto di sopravvivenza le capacità di osservazione sono fondamentali per la sua riuscita. La collaborazione e il lavoro di squadra permetteranno di riuscire a trovare la strada di casa.
  9. Pirati: queste attività si articolano in più prove che i membri delle varie squadre dovranno superare. L’ambientazione è quella del mare, e le varie squadre diventano delle vere e proprie ciurme che dovranno superare una serie di ostacoli che gli farà guadagnare dei dobloni. Alla fine delle prove vincerà il team che avrà guadagnato più dobloni.
  10. Amazing Race: l’interno gruppo viene suddiviso in più squadre che gareggiano tra loro per superare le diverse prove che gli si presentano. Solo dopo aver superato una prova sapranno quale sarà quella che segue. Alla fine vincerà la squadra che ha ottenuto più punti. Le amazing race oltre che in Italia possono essere svolte anche in altre città estere, come Berlino, Barcellona, Marocco o Giordania. 

 

10 esempi di eventi di team working

Anche gli eventi possono essere un’ottima occasione in cui sviluppare capacità di team working, soprattutto in quelli in cui i fatti emozionali giocano un ruolo fondamentale:

  1. Reveal: un’esperienza coinvolgente che si basa su giochi di luci e proiezioni laser tridimensionali, il tutto accompagnato da una musica ammaliante.
  2. Live pixel painting: una performance in cui viene creata un’opera d’arte seguendo i dettami della pixel art: ogni elemento è fondamentale per la composizione finale del quadro che prende vita lentamente durante tutta la serata. Al termine dell’evento ogni partecipante riceve un tassello dell’opera firmato dall’artista.
  3. Improshow: una sfida di teatro a colpi di improvvisazione, in cui due quadre di attori si sfidano improvvisando su argomenti suggeriti dal pubblico. La scenografia è ridotta al minimo, ed alla fine di ogni esibizione il pubblico assegna un punteggio alle squadre.
  4. Ritorno al futuro: un evento che permette di rivivere i grandi fasti con la presenza di ancelle, giullari, spettacolari giochi con il fuoco e lotte tra gladiatori.
  5. Video Emozionali: un modo per presentare le ormai noiose presentazioni in qualcosa di unico, in grado di generare forti sentimenti e di smuovere emotivamente la platea.
  6. Tube sound: una jam session con cento o persino mille musicisti. Come è possibile? Tutto il pubblico diventa parte di una grande band grazie a degli speciali tubi che emettono note musicali.
  7. Talent Show Dinner: uno show che rende una cena creativa e ironica e dove i prodotti diventano i veri protagonisti dello spettacolo.
  8. Thriller Dinner: una cena in cui il direttore di un hotel viene assassinato e sembra che l’assassino sia proprio un suo dipendente! Riusciranno gli ospiti ad indovinare chi si è macchiato di questo terribile crimine?
  9. Cinema Quiz: un evento interattivo personalizzabile in base a qualunque richiesta e necessità in grado di generare adrenalina, competizione e molto divertimento.
  10. Light Art: uno spettacolo unico creato da proiezioni gigantesche e scenografiche grazie a speciali proiettori. Il tutto può essere personalizzato con musiche sincronizzate, fuochi artificiali ed ogni tipo di effetti speciali.